Valutazione del danno psicologico

La valutazione del danno psicologico è una perizia che quantifica il danno subito da una vittima di trauma per determinare il giusto risarcimento durante il procedimento giudiziale.

Valutazione del danno

Nei procedimenti di risarcimento del danno spesso il medico legale è chiamato dal Giudice per effettuare una valutazione del danno subito dalla vittima al fine di quantificare in denaro l’entità del risarcimento. Le attività dello psicologo nelle valutazioni in questo specifico contesto, invece, sono finalizzate ad una diagnosi che deve arrivare a stabilire nel modo più preciso possibile le conseguenze di un determinato evento traumatico, e cioè le differenze tra il prima e il dopo.

Valutazione trauma psicologico

In sostanza si valuterà l’incidenza che ha avuto il trauma sulla vita attuale della persona. Il ruolo dello psicologo è somministrare test idonei a valutare l’entità della sofferenza in modo scientifico e condivisibile.

Approfondimenti dal Blog

Al momento non ci sono articoli di approfondimento per questo argomento!

Separazione conflittuale e infanzia rubata

  Durante la crescita i figli necessitano di cure, protezione, accudimento e in egual misura di stabilire relazioni solide con entrambi i genitori in modo da introiettare prima ed attivare poi il modello materno e quello paterno, maschile e femminile che andranno a costituire parti importanti del mondo interno. L’alterazione e/o l’interruzione di questo meccanismo può portare a carenze anche…

La consulenza tecnica d’ufficio: opportunità o rischio?

  Spesso le persone che si separano e che hanno difficoltà a trovare accordi perché inseriti in una dinamica di estrema conflittualità arrivano in consulenza tecnica senza conoscere con precisione la natura di tale situazione e delle sue finalità. Chiariremo brevemente cosa si intende per consulenza tecnica d’ufficio (CTU) e quali sono gli obiettivi di tale passaggio giudiziario per poi…